Disintossicarsi dagli zuccheri ovvero sugar detox

Sugar detox il primo passo per isintossicarsi dagli zuccheri

Disintossicarsi dagli zuccheri non è facile.

Disintossicarsi dagli zuccheri non è facile, anche a causa dei sintomi che compaiono quando ne diminuiamo l’assunzione, ma i benefici che ne derivano sono innegabili visti i comprovati effetti negativi dello zucchero sul nostro organismo.

Lo zucchero è stato associato a un aumento del rischio di una serie di patologie, tra cui obesità , diabete e malattie cardiache. Inoltre riduce le nostre energie, aumenta il rischio di depressione e contribuisce alla cattiva salute dentale.

Tagliare gli zuccheri riduce i rischi per la salute e fa sentire meglio fisicamente. Ma prima di ricavarne dei benefici si può andare incontro ad alcuni inconvenienti.

disintossicarsi dagli zuccheri

 

Perché disintossicarsi dagli zuccheri  fa stare male

Alcuni studi effettuati hanno scoperto che lo zucchero agisce sul cervello nello stesso modo in cui agiscono le sostanze che provocano dipendenza come la nicotina, la cocaina e la morfina.

Se si consuma una quantità considerevolmente maggiore del massimo raccomandato di 6 cucchiaini da tè al giorno possono comparire  sintomi da astinenza.

Il nostro cervello ha un sistema di ricompensa che ci aiuta a sopravvivere come specie. Il cibo è una ricompensa naturale e consumare qualcosa di dolce stimola il sistema di ricompensa del nostro cervello.

Sebbene gli esperti siano ancora divisi sulla questione se la dipendenza da zucchero sia una cosa reale, gli studi sugli animali e sugli umani hanno scoperto che lo zucchero innesca il rilascio di dopamina nel nucleo accumbens,  la stessa area del cervello implicata nella reazione all’eroina e alla cocaina.

Mangiare zucchero regolarmente cambia il cervello in modo che esso diventa ricettivo agli zuccheri, facendocene richiedere sempre di più per ottenere lo stesso effetto.

È stato dimostrato che lo zucchero causa il rilascio di oppioidi endogeni nel cervello, il che porta a una situazione simile a quella sperimentata quando una persona si inietta eroina.

Tutto ciò porta a un circolo vizioso di voglie e maggior necessità di zuccheri per sentirsi bene.

Quando si elimina lo zucchero, le  voglie diventano più intense e si hanno sintomi da astinenza, almeno per i primi tempi.

I sintomi dell’astinenza da zuccheri

Disintossicarsi dagli zuccheri può causare spiacevoli sintomi fisici e mentali. Come il corpo reagisce eliminando gli zuccheri varia da persona a persona. Quali sintomi si manifestano e la gravità di questi sintomi dipende da quanto zucchero si sta consumando.

I sintomi da astinenza possono durare da alcuni giorni a due settimane. Più a lungo l’ organismo resta senza zuccheri, meno intensi saranno i  sintomi e le voglie di zuccheri.

I  sintomi peggiorano in determinati momenti della giornata, ad esempio tra un pasto e l’altro. Anche lo stress può innescare voglie di zuccheri, quindi è possibile che i sintomi peggiorino durante i periodi di stress.

Sintomi mentali

Disintossicarsi dagli da zuccheri può causare una serie di sintomi emotivi e mentali. Questi includono:

  • Depressione. Sentirsi giù è un sintomo comune di astinenza da zucchero. Oltre a sentirsi giù di morale, si può notare anche una mancanza di divertimento in cose in precedenza considerate piacevoli.
  • Ansia. I sentimenti di ansia possono essere accompagnati da nervosismo, irrequietezza e irritabilità.
  • Cambiamenti delle abitudini del sonno. Alcune persone hanno difficoltà ad addormentarsi o a rimanere addormentate tutta la notte.
  • Problemi cognitivi.Si possono avere difficoltà di concentrazione quando si elimina lo zucchero, quali dimenticare le cose e trovare difficoltà a concentrarsi su attività come il lavoro o la scuola.
  • Voglie. Insieme alla voglia di zuccheri , ci si può ritrovare a desiderare altri cibi, come i carboidrati quali il pane, la pasta e le patatine.

Sintomi fisici

Il mal di testa è uno degli effetti collaterali più comuni della disintossicazione dagli zuccheri, insieme ad una sensazione di degrado fisico. Altri possibili sintomi di astinenza fisica includono:

  • vertigini
  • nausea
  • formicolio
  • fatica

Rinunciare agli zuccheri può farci sentire male i primi giorni, ma si migliorerà presto se ci si attiene alla dieta detox.

Secondo la Cleveland Clinic , la dipendenza da zucchero può essere superata in 10 giorni.

Superare gli effetti collaterali durante il processo per disintossicarsi dagli zuccheri

Ecco alcuni consigli per  superare gli effetti collaterali ed evitare, o almeno limitare, alcuni dei sintomi della disintossicazione da zucchero.

Uscire dalla crisi di astinenza

Tagliare gradualmente lo zucchero dalla dieta può aiutare a ridurre l’intensità dei sintomi, ma significa anche che i sintomi dureranno più a lungo.Eliminando lo zucchero tutto assieme, il  corpo si abituerà prima a vivere senza , il che significa una fine più veloce dei sintomi di astinenza. E’ dunque consigliabile eliminare tutte le forme di zucchero, comprese quelle contenute in alimenti preconfezionati, bevande zuccherate e farina bianca.

Mangiare più proteine

Aggiungere proteine ​​ad ogni pasto aiuta a contenere la fame e ad evitare cali di energia che porterebbero alla tentazione di consumare cibi pieni di zuccheri.A questo scopo sarà utile consumare pesce, pollame e tagli magri di carne, verdure ad alto contenuto proteico , noci e semi .

Aumentare la fibra alimentare

Mangiare cibi ricchi di fibre può aiutare a prevenire la fame, a controllare la glicemia ed a prevenire gli effetti collaterali della disintossicazione da zuccheri come mal di testa e nausea tenendo a bada le voglie . In questo caso saranno utili verdure con fibre, fagioli e legumi vari.

Bere più acqua

Rimanere idratati aiuta a sentirsi meglio in generale e a mantenersi regolari. Bere è particolarmente importante quando si aumenta l’apporto di fibre, che potrebbe causare stitichezza . Sono necessari alimenti ricchi di fibre e un’adeguata assunzione di acqua per aiutare a mantenere morbide le feci e spostarle attraverso l’apparato digerente.

Inoltre, la sete è spesso confusa con la fame. Bere un bicchiere d’acqua può aiutare a resistere alla tentazione di mangiare troppo e mantenere l’ appetito sotto controllo.

Evitare dolcificanti artificiali

Sostituire lo zucchero con i dolcificanti artificiali può sembrare una buona idea per eliminare lo zucchero , ma in realtà la ricerca mostra che i dolcificanti artificiali aumentano la voglia di zuccheri e la dipendenza da essi. Stare lontano dai cibi dolci – anche quelli che sono senza zucchero – è il modo migliore per eliminare una volta per tutte lo zucchero dalla dieta.

Gestire lo stress

Lo stress influisce sulle preferenze alimentari e aumenta le voglie di dolci. Lo zucchero sembra anche avere un effetto calmante sugli ormoni dello stress e questo spiega il  desiderio di zucchero quando si è sotto stress.

Tenendo sotto controllo lo stress, sarà più facile tagliare lo zucchero dalla dieta e mantenere il desiderio sotto controllo. Fare una passeggiata, parlare con un amico o semplicemente leggere un libro sono solo alcuni semplici modi per alleviare lo stress .

Esercizio

L’esercizio è benefico in diversi modi durante la disintossicazione da zucchero. L’esercizio fisico aumenta l’energia, riduce lo stress e può aiutare a combattere i sintomi da astinenza come affaticamento, bassi livelli di energia e voglie indotte dallo stress.

Uno studio del 2015 ha anche scoperto che brevi periodi di esercizio fisico, come una camminata di 15 minuti, riducevano il desiderio di cibi zuccherati. Ricordarsi di iniziare lentamente e parlare con il medico prima di iniziare l’allenamento .

Dormire a sufficienza

Un sonno insufficiente può peggiorare i sintomi del disintossicarsi dagli zuccheri, come affaticamento, fame e depressione. È stato dimostrato che non dormire a sufficienza aumenta il desiderio di zuccheri e altri “cibi di conforto” malsani.

Si è verificato che una buona notte di sonno è legata a:

  • scelte alimentari migliori
  • riduzione dello stress
  • più alti livelli di energia
  • migliore concentrazione e memoria

Alcuni consigli per dormire meglio : Evitare il sonnellino diurno e  andare a letto ogni sera alla stessa ora.

Mangiare qualcosa di amaro

Mangiare cibi amari spegne i recettori nel cervello che ci spingono a volere mangiare zucchero. Il cibo amaro rallenta anche l’assorbimento degli zuccheri e aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue, contribuendo ad evitare molti degli effetti collaterali della disintossicazione da zucchero

Accettare gli errori che si commettono durante il percorso per disintossicarsi dagli zuccheri

Dire addio allo zucchero non è un’impresa facile, quindi non bisogna abbattersi se si sbaglia. Scrivere le motivazioni che ci hanno fatto rinunciare allo zucchero può aiutare a tenere d’occhio il traguardo quando si ha la tentazione di mollare.

Anche se si cede alla tentazione, si può ricominciare facendo tesoro dell’esperienza che man mano si fa sul campo. Ad esempio se la tentazione è peggiore in determinati momenti della giornata, basta pianificare le attività per tenersi occupati durante quel periodo o ci si può preparare snack ad alta percentuale proteica e acqua per aiutarsi a superare il problema.

Conclusioni

Con un po ‘di preparazione e un po’ di pazienza, ci si può fare una disintossicarsi dagli zuccheri senza grossi problemi collaterali e uscirne sentendosi meglio che mai,

ricordando che tutti i sintomi che si possono provare sono solo temporanei mentre i benefici ottenuti dalla riduzione dello zucchero sono più che validi.

Autore dell'articolo: annalisa bolle

Lascia un commento