DietaeDiete.it

Sito sulle diete dimagranti: metodi, informazioni e curiosità per dimagrire.

La Dieta Metabolica

“LA DIETA METABOLICA”

Eccellente ,la migliore dieta! Si perdono ,senza recuperarli, sino a 10 kg ,in 2 settimane!!

Principi metabolici della dieta:

Essa si basa sul principio della ridotta stimolazione insulinica di certi alimenti ( le proteine e i grassi) e sul graduale e lento rilascio di zuccheri nel sangue di altri tipi di alimenti (la frutta).

L’insulina e’ un ormone prodotto dal pancreas che viene secreto in misura proporzionale al livello di zuccheri nel sangue.Una delle caratteristiche del suddetto ormone e’ che promuove la lipogenesi ,cioe’ la sintesi dei grassi e il successivo accumulo negli adipociti.

 

Conoscendo tali princìpi si è elaborata la “dieta metabolica”,che consente di ottenere risultati importanti ed in breve tempo .In 14 giorni si puo’ giungere sino a 10 kg di perdita ponderale ,con una perdita media di 1 kg al giorno ,nei primi giorni e una perdita di 500 grammi pro die negli ultimi giorni. Vi sono soggetti molto sensibili  alla ridotta insulinemia, altri sono mediamente sensibili e una percentuale ,variabile dal 5 al 10 % ,(secondo diversi Autori),assai poco sensibile.

Cio’ dipende da fattori metabolici individuali e spiega i diversi risultati ottenibili da soggetti diversi

( consultate le tabelle dei risultati della dieta )

La dieta influisce sul metabolismo , per cui  i risultati sono duraturi nel tempo .Seguendo ,inoltre, le “regole per mantenere il peso forma”, esposte piu’ avanti ,avrete un basso rischio di ingrassare di nuovo.

La dieta metabolica e’ controindicata espressamente agli insuficienti renali cronici. E’ importante che facciate vedere al vostro medico curante questa dieta per essere certi che non  vi siano controindicazioni.

In ogni caso decliniamo ogni responsabilita’.                                                                                               Si  puo’ variare l’ordine dei giorni e si puo’ invertire il pranzo con la cena. La prima colazione e’ importante ,si prega di non saltarla!

LA “DIETA METABOLICA “ SI STRUTTURA IN DUE CICLI DI UNA SETTIMANA CIASCUNO. NON DOVRETE FARE DIETE DI MANTENIMENTO ,TERMINATI  I 14 GIORNI.

TUTTI I CIBI NON MENZIONATI NELLA DIETA SONO DA INTENDERSI ESCLUSI.

NON BISOGNA PESARE GLI ALIMENTI PRIMA DI MANGIARE!

 

 

I CIBI INDICATI SONO DA MANGIARE A VOLONTA’ ,SINO A SAZIETA’ ,TRANNE  NEI CASI OVE LA QUANTITA’ E’ ESPRESSAMENTE MENZIONATA.

 

Pesatevi ogni 3 giorni ,sempre alla stessa ora, e con lo stomaco vuoto.

 

IL PROGRAMMA SETTIMANALE (DA RIPETERE  PER IL SECONDO CICLO ):

 

LUNEDI’

Colazione: un succo di pompelmo, senza zucchero e un frutto di stagione, con

                  caffe’o the’ senza zucchero o una tazza da 120 ml di latte scremato,senza

                  zucchero (usate l’aspartame come dolcificante).

 

Pranzo:  carni magre assortite (pollo,tacchino, manzo,cavallo),fredde o ai ferri ,con pomodori o melanzane o zucchine alla griglia

Cena:  pesce magro ( sogliola ,orata ) o crostacei ,con insalata mista di verdure, una fetta di pane integrale , una mela  verde

 

MARTEDI’

Colazione: idem come il lunedì

Pranzo: macedonia di frutta a volonta’

Cena:  hamburger  alla griglia ,con una insalatona di verdure: pomodori,peperoni,cetrioli,lattuga,sedano,olive e cetrioli ecc.

 

MERCOLEDI’

 

Colazione:  idem

Pranzo: insalata di salmone o tonno al naturale ,a volonta’,

             melone o altra frutta di stagione

Cena : carne magra fredda (es. roast-beef) o alla griglia (es. fesa di vitello o tacchino),oppure 100 gr di bresaola,

con abbondante insalata di lattuga,pomodoro,sedano,cetrioli,olive…

 

 

GIOVEDI’

 

Colazione: idem

Pranzo:   2 o 3 uova sode o in camicia,con zucchine o pomodori ,cavolini di Bruxelles,una fetta di pane integrale

Cena:  pollo , ( o tacchino ) alla griglia a volonta’,con spinaci,pomodori ,peperoni,piselli…

 

VENERDI’

 

Colazione: idem

Pranzo: formaggi   assortiti: mozzarella,gruviera, grana ,con spinaci , lattuga e zucchine

Cena:  pesce ai ferri a volonta’, con insalata mista di verdure cotte o crude ,un frutto di stagione

 

SABATO:

 

Colazione:  idem

Pranzo:  macedonia di frutta a volonta’

Cena:  pollo o tacchino arrosto  o alla griglia ,con insalata di pomodori,lattuga,olive ,zucchine ecc.

 

DOMENICA:

 

Colazione: idem

Pranzo:  50 gr. di pasta ,condita con succo di pomodoro e un cucchiaino di olio extravergine d’ oliva      Cena:  vitello arrosto o pesce lesso o alla griglia, con insalata di verdure miste a volonta’  (pomodori,cetrioli,zucchine,sedano,lattuga…)

 

NOTE AGGIUNTIVE:

Come bevanda  , solo acqua naturale oligominerale (es. Fiuggi, Panna, Vitasnella,ecc.),almeno un litro e mezzo o due ,al giorno! Questo contrastera’ la ritenzione idrica , sempre presente nelle diete ,come mezzo di “risparmio “attuato  dall’organismo. Se non potete reperire l’acqua oligominerale ,bevete acqua  naturale, non gasata. Se soffrite abitualmente di ritenzione idrica, l’acqua oligominerale e’ d’obbligo!

Le verdure possono essere condite con aceto , succo di limone,vinaigrette dietetica.

La carne puo’ essere insaporita con succo di limone ,oppure con salse a base di paprika, erba cipolline,prezzemolo, origano,sale ,aceto e capperi. Si trovano gia’ pronti tali insaporitori ,adatti sia per le carni che per le verdure.

Mai usare olio e burro.( se proprio non ce la fate senza olio ,al massimo  3 cucchiaini da caffe’ al giorno di olio extravergine d’oliva ).

A fine pasto e’ concesso un caffe’ ,con dolcificante. Mai bere bevande zuccherate o alcolici ,durante la dieta. Non bevete la coka light! ( e’ ricca di caffeina, potente stimolatrice dell’insulina!)

Fuori pasto: Nel caso aveste degli attacchi di fame (poco probabile, perche’ potete mangiare ciò che è previsto sino a sazietà!) potete mangiare a volonta’ del sedano  o dei finocchi crudi.

Le verdure e i tipi di carne suggeriti possono essere sostituti con altre verdure o carni di proprio gradimento, purchè il condimento prescritto sia rispettato! La frutta ,quando indicata ,va consumata secondo i propri gusti .L’unica restrizione e’ sulle banane ,cachi ,fichi, uva ,che non possono essere mangiati .

La “dieta metabolica” puo’ essere seguita anche per un mese ,ripetendo lo schema dei 14 giorni.

Terminato il  mese ,si prende una pausa di 15 giorni ,mangiando di tutto e poi si puo’ ricominciare con un altro ciclo di 2 settimane, se del caso. In linea di massima ,ove necessario, la dieta puo’ essere ripetuta anche 2/3 volte l’anno.

 

FOLLOW UP “DIETA METABOLICA” DAL GENNAIO 1999 AL MAGGIO 2005

 

983 Diete vendute ( dal 1.1.1999 al 30.5.2005)

983 acquirenti contattati via e-mail  (100%)

718 acquirenti che hanno risposto di aver fatto la dieta ( 73%)

199 acquirenti che hanno risposto di non aver mai iniziato la dieta dopo l’acquisto  (20,2%)

66 acquirenti non hanno risposto ( 6,7%)

 

 

Il ” panel “ di clienti interpellati ha fornito i seguenti dati , dopo 14 giorni di “dieta metabolica”:

 

Kg persi in 14 giorni di “dieta metabolica” % di individui
10 kg 24%
9kg 28%
8kg 30%
6-7 kg 12%
Meno di 6 kg 6%

 

 

Da cio’ si evince che l’82% dei clienti ha perso dagli 8 ai 10 kg ,dopo 14 giorni di dieta.

 

 

 

 

Come si deduce dal grafico ,gli effetti collaterali segnalati dai clienti sono stati banali e in percentuale ridottissima. Il 95% ha segnalato nessun effetto collaterale. Il 3 % ha segnalato la stipsi,l’1% la cefalea e un 1% alvo distonico,tutti disturbi scomparsi dopo la cessazione della dieta.

          

           

 

 

 

 

 

 

 

NOTE TECNICHE SU SOVRAPPESO E OBESITA’:

 

 

 

 

Il sovrappeso e l’obesità sono ormai arrivati a livelli preoccupanti nei Paesi industrializzati,tanto che sono stati definiti “malattie sociali”.

L’eccesso ponderale è costituito da un accumulo eccessivo di grasso corporeo,accompagnato da un aumento della ritenzione idrica.

 

 

 

Per determinare se siete normopeso   o sovrappeso basta sottrarre alla vostra altezza in centimetri il numero fisso 107.

(per le donne ,il numero fisso è 117)

 

 

Es. ,un uomo alto 182 ,dovrebbe avere un peso forma di 75 kg.

Una donna ,alta 175 cm  ,dovrebbe pesare circa  58 kg.

Ovviamente e’ un calcolo empirico, perchè non tiene conto della costituzione corporea, cioè del differente peso delle ossa in un soggetto normolineo ,longilineo o brevilineo e della consistenza della massa muscolare ! Ancora una volta lo specchio ci può dare una mano ,al di là dei numeri…

 

 

 

Più utile la determinazione della percentuale del grasso corporeo,che si può ottenere misurando la circonferenza vita .

 

 

 

 

 

PERCENTUALE DI GRASSO CORPOREO NEGLI UOMINI:

 

 

( 0,567 moltiplicato per la circonferenza vita in cm ) + ( 0,101 moltiplicato per l’età in anni ) – 31,8.

 

 

PERCENTUALE DI GRASSO CORPOREO NELLE DONNE:

 

 

( 0,439 moltiplicato per la circonferenza vita in cm )+( 0,221 moltiplicato per l’età in anni ) – 9,5.

 

La misurazione della circonferenza vita è ritenuta molto efficace perché consente di tener conto del grasso interno (viscerale) e di quello corporeo sottocutaneo.

 

La percentuale di grasso corporeo ,come valori ideali ,dovrebbe essere inferiore al  10% (uomini) e al  22 % ( donne).

 

 

 

Se la circonferenza vita negli uomini supera i 94 cm e gli 80 cm nelle donne ,sono aumentati i rischi per la salute in termini di malattie cardiovascolari ,metaboliche ,osteoarticolari…

 

Generalmente si ingrassa perché si introducono più calorie di quante se ne spendono. Le malattie endocrine sono raramente causa di obesità .L’ipotiroidismo e l’ipersurrenalismo sono due esempi di malattie endocrine che causano obesità.

 

Anche l’approccio psicologico con il cibo è importante. Un tipo di disturbo piuttosto comune è “l’iperfagia da compulsione”,cioè si mangia molto per cause psichiche ,conflitti interiori o semplicemente situazioni stressanti.

 

Questa dieta è efficace in soggetti in sovrappeso che non sono afflitti da turbe endocrine o disturbi compulsivi nei riguardi del cibo.

 

 

 

 

 

 

Regole generali per mantenere il peso forma:

Applicate  la metodologia dello “scarico glicemico”,da noi messa a punto e descritta in seguito ,e non recupererete  piu’ nemmeno un chilo di peso ,una volta terminata la dieta ! ( Andate a leggervi il punto 6  delle regole esposte  qui sotto .)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Basta seguire attentamente i semplici consigli che stiamo per darvi e il recupero del peso sarà un pericolo inesistente !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. 1.  Riducete drasticamente il consumo di dolci ,riservandolo solo ad occasioni particolari.( feste ,cene ecc.)

 

  1. 2.  Riducete il consumo di aperitivi alcolici  ,vino,birra, stuzzichini ,salatini

 

 

  1. 3.  Abolite il consumo di bevande zuccherate .Se volete ,ripiegate sulle bevande dolcificate con aspartame ,tranne la Cola light ,che è ricca di caffeina.

 

  1. 4.  Riducete il consumo di caffè .Al massimo 2/3  al giorno e, se

potete, preferite il decaffeinato.

 

  1. 5.  Riducete il consumo di sale a tavola. Il sale trattiene i liquidi  .Anche il pane va razionato : al massimo un pane / un pane e mezzo al giorno.

 

  1. 6.  Mangiate ciò che vi piace, fate una dieta varia ,ma ricordatevi di dedicare almeno un giorno alla settimana allo “scarico glicemico” ( soprattutto nel primo mese dopo la dieta ): mangiate solo proteine ( carne bianca o rossa ,pesce, crostacei ,molluschi ,uova, bresaola ) sia a pranzo che a cena ,accompagnate da (poche)verdure cotte o crude .A colazione ,un succo di frutta senza zucchero e  una mela. Questo è il vero “trucco” per non ingrassare. Se il peso tende a stabilizzarsi , lo” scarico glicemico ” può essere fatto  anche  solamente   1 o 2 volte al mese .Ma se tendete ad accumulare peso  , fatelo una volta alla settimana, oppure anche 2 volte la settimana  !

 

 

  1. 7.  La frutta deve essere mangiata abitualmente ,è ricca di sali minerali e vitamine .Consumatela però lontano dai pasti ,l’orario ideale è a merenda ,verso le 16,00 –17,00.
  2. 8.  Fate un poco di moto ,almeno 3 volte la settimana .Camminate, andate in bicicletta, nuotate , fate dell’aerobica. L’attività fisica è ottima per salvaguardare il peso forma e allenta le tensioni…

 

 

  1. 9.  Cercate ,almeno per quanto possibile, di non mescolare i carboidrati con le proteine nello stesso pasto. L’ideale è mangiare carboidrati  (pasta ,riso ,pane , ecc.) a pranzo e dedicare la cena alla carne, pesce ,con verdure.

 

 

Pesatevi almeno una volta ogni 10 giorni.  Cosi’ avrete la cognizione del “trend” del vostro peso e potrete prendere dei provvedimenti ,se del caso.

 

Non lasciatevi tentare dalla “pubblicità ingannevoli” ,tipo pastiglie “bruciagrasso” che promettono di far perdere 18 kg al mese o beveroni “miracolosi “ che sciolgono il grasso di notte ,mentre dormite…Tutte balle!

L’unica sostanza che riduce l’assorbimento dei grassi, approvata dalla comunità scientifica internazionale è l’Orlistat ,ma –tutto sommato –arriva solo  ad un 20% in meno di grassi assorbiti ed è purtroppo gravato da pesanti effetti collaterali ,tanto che si preferisce somministrarlo solo in caso di obesità importanti ,a grave rischio della salute, ed in ambiente ospedaliero.

 

 

 

 

Si ritiene che l’unica sostanza innocua ed efficace ,che può migliorare i risultati di una dieta ,sia un integratore alimentare chiamato“chitosano” sostanza estratta dai crostacei, che agisce aumentando la termogenesi, cioè il dispendio energetico dell’ organismo e rallentando l’assorbimento dei grassi. Lo trovate in farmacia ,senza necessità di ricetta, oppure anche nei supermarket. Molto efficace anche il glucomannano, che rallenta l’assorbimento dei grassi.

 

 

 Consigliamo di integrarli alle diete solo se i risultati ,pur nella corretta applicazione delle stesse, sono inferiori a quanto promesso .Il chitosano può “risvegliare” metabolismi pigri e garantire un miglior risultato ,ma sempre abbinato ad una dieta! Da solo non serve a nulla! Uguale discorso per il glucomannano.

 

    Se avete dei dubbi o necessitate di chiarimenti nutrizionali circa la dieta ,è garantito un servizio di assistenza via e-mail. Scrivete a : adriano.dm@tele2.it      Avrete la risposta entro 24 ore.

 

 

Il presente  “schema alimentare”e’ stato elaborato estrapolandolo dalla migliore letteratura divulgativa e  scientifica internazionale .L’acquisto del presente opuscolo si configura come una transazione commerciale ,fine a se’ stessa ,analoga all’ acquisto di un libro  o di una rivista specializzata in diete e/o regimi alimentari.

La presente dieta , meglio definita “schema alimentare”, non puo’ sostituirsi ad una consulenza medica specialistica.

 

                                  DEFINIZIONE DI  INDICE DI MASSA CORPOREA :

                                                                                                                                           L’indice di massa corporea , I.M.C., si calcola dividendo il peso in kg per il quadrato dell’altezza ,espressa in metri. Se tale quoziente risulta compreso tra i 18 e i 25 ,si puo’ parlare di individuo normopeso. Dai 25 ai 30  in sovrappeso e ,sopra i 30  ,obeso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Riferimenti Bibliografici :

 

  1. 1.   J.S. Garrow : “Human Nutrition and Dietetics” 9th Edition Churchill  Livingstone -Edinburgh
  2. 2.   J.S. Garrow : “Obesity and Related Disorders” Churchill Livingstone -Edinburgh
  3. 3.   Truswell : ”ABC of Nutrition” 2nd Edition British Medical Association – London
  4. 4.   “Manual of Dietetics Practive “ 2nd Edition- 2004 Blackwell Scientific Publication –Oxford
  5. 5.   Siliprandi – Tettamanzi : “Biochimica Medica” Piccin Editore-Padova
  6. 6.      Arienti : “Le Basi Molecolari della Nutrizione” Piccin Editore-Padova

 

 

 

 

 

 

Category: Diete